Archivi categoria: Conferenze, incontri, convegni

Il potere dei Savoia – V convegno dei Sabaudian Studies

Il 29, 30 e 31 maggio si terrà il V convegno internazionale dei Sabaudian Studies, dedicato al tema 

Il Potere dei Savoia

Regalità e sovranità

in una monarchia composita

Il convegno, organizzato da La Venaria Reale, in collaborazione con ABNUT-Amici della biblioteca Nazionale Universitaria di Torino, Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino e Centro Studi Piemontesi, si tiene il 29 e 30 maggio alla Reggia di Venaria e il 31 maggio all’Auditorium Vivaldi della Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino.

Scarica il programma con tutti gli interventi

Per secoli i sovrani sabaudi – conti, duchi e, infine, re – dominarono un insieme di territori molto diversi fra loro per caratteristiche linguistiche, geografiche, culturali, economiche e politiche.
Fra Medioevo ed Età Moderna gli Stati sabaudi si configurarono come una «monarchia composita», formalmente parte del Sacro Romano Impero. Fra Sette ed Ottocento essi assunsero un carattere via via più unitario e centralizzato, ma fu solo con il regno di Carlo Alberto che divennero una vera e propria monarchia nazionale. Si aprì, allora, quella vicenda risorgimentale, che portò nel 1861 alla nascita del Regno d’Italia. Il V convegno internazionale dei Sabaudian Studies intende, quindi, essere una riflessione sulle forme della sovranità e della regalità della dinastia dal XV al XIX secolo, ponendosi in dialogo sia con la mostra “Dalle regge d’Italia. Tesori e simboli della regalità sabauda”, in corso presso la Reggia di Venaria (che affronta gli anni in cui i Savoia furono re d’Italia), sia con gli studi che nell’ultimo ventennio hanno profondamente rinnovato la storiografia su questi spazi

Il CSP al 30° Salone del Libro di Torino

Da giovedì 18 a lunedì 22 maggio 2017
il Centro Studi Piemontesi-Ca dë Studi Piemontèis

vi aspetta al

30° Salone Internazionale del Libro Torino

Lingotto Fiere via Nizza 294 – Torino

Padiglione 2 – Stand L 01

 

Il Centro Studi Piemontesi-Ca dë Studi Piemontèis ha partecipato con un suo stand fin dalla prima edizione del Salone Internazionale del Libro Torino, e sarà presente anche quest’anno al Padiglione 2 – Stand L01.  Per festeggiare i suoi 30 anni di presenza ininterrotta al Salone, il Centro Studi Piemontesi ha realizzato un nuovo segnalibro anamorfico, appositamente creato dall’artista Daniela Rissone. L’oggetto disegnato in anamorfosi piana è “un solido stellato, con piramidi a base pentagonale […]. Nel 1960 è costruito in acciaio nelle officine della Snos di Savigliano, pesa oltre 200 kg è largo più di 2 metri…fa parte di un monumento simbolo di Torino”: una piccola astronave di carta che si aggirerà per il Salone del Lingotto. Per scoprirla vi aspettiamo al nostro Stand al Salone del Libro

 

Il Centro Studi Piemontesi aderisce all’iniziativa della Regione Piemonte e della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura Buono da leggere

Il Centro Studi Piemontesi è presente anche nello spazio degli Istituti Culturali del Piemonte al Pad. 3 Stand S129 T130

 

E organizza ogni giorno una presentazione:

Giovedì 18 maggio ore 17 

Spazio Istituti Culturali  Pad. 3 –  Stand  S129 T130

Presentazione del libro

Una storia oscurata. Piemonte 1813-1821

di Alberico Lo Faso di Serradifalco

Intervengono con l’autore Gustavo Mola di   Nomaglio e Roberto Sandri Giachino

 

Venerdì 19 maggio ore 11.30 

Spazio Istituti Culturali  Pad. 3 –  Stand  S129 T130

 

 “Studi Piemontesi”  rivista interdisciplinare da oltre 45 anni ambasciatrice della cultura  del Piemonte e degli antichi Stati sabaudi nel mondo

Intervengono: il direttore scientifico Rosanna Roccia, il direttore responsabile Albina Malerba, Collaboratori e membri del Comitato Scientifico

 

Sabato 20 maggio ore 10.30 

Spazio Istituti Culturali  Pad. 3 – Stand  S129 T130

Presentazione del catalogo della mostra

Piemonte Bonnes Nouvelles Testimonianze di storia sabauda nei fondi della Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino nel 600° anniversario del Ducato di Savoia      a cura di Franca Porticelli, Andrea Merlotti, Gustavo Mola di Nomaglio

Edito dal Centro Studi Piemontesi in collaborazione con il Consiglio   regionale del Piemonte, la Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino e l’ABNUT (Amici della Biblioteca Nazionale Universitaria Torino).

Intervengono con i curatori, Albina Malerba, direttore del Centro Studi Piemontesi e  Franco Cravarezza, Presidente ABNUT

                                                                                                                                      

Domenica 21 maggio ore 11.30       

Sala Argento, Padiglione 3

 

Presentazione del libro

Gipsoteche in penombra. Il patrimonio piemontese

a cura di Centro Studi Piemontesi e Regione Piemonte

Intervengono Walter Canavesio, Gianluca KannèsEugenio Pintore, Beatrice Zanelli

Modera Albina Malerba

 Il volume pubblica i risultati della giornata di studi dedicata alle Gipsoteche in penombra (tenutasi a Torino il 18 ottobre 2013), che ha posto in primo piano l’identificazione e l’esplorazione delle raccolte di sculture in gesso nell’area piemontese

 

  Lunedì 22  maggio ore 15 

Spazio Istituti Culturali  Pad. 3 – Stand  S129 T130

 

Presentazione del libro

Universa Botanices. Giovanni Bartolomeo Caccia (1695-1746).  Primo direttore dell’Orto Botanico dell’Università di Torino

con gli autori Rosanna Caramiello e Pierangelo Lomagno

 

 

Francia e Italia, due nazioni sorelle

 

 

    Giovedì 20 aprile 2017 ore 17.30            

alla Fondazione Luigi Einaudi

Palazzo d’Azeglio, Via Principe Amedeo 34 – Torino

 presentazione del volume 

La France et l’Italie. Histoire de deux nations sœurs

di

Gilles Bertrand – Jean-Yves Frétigné – Alessandro Giacone

Armand Colin editore, 2016

Saluti di

Giuseppe PichettoPresidente Centro Studi Piemontesi

 Emanuele Menotti ChieliConsole onorario della Repubblica Francese in Torino

Con gli Autori intervengono

 Paolo SodduUniversità di Torino

Pierangelo Gentile,  Centro Studi Piemontesi

 

Il volume France-Italie, histoire de deux nations soeurs intende esplorare quattro secoli di relazioni franco-italiane, prendendo le mosse dal periodo antecedente all’unità italiana. Nella prima parte del volume, Gilles Bertrand descrive il contesto politico dalle guerre di Luigi XIV alla Restaurazione, passando dalle conquiste napoleoniche e insistendo in particolar modo sugli scambi artistici e culturali. Nella seconda parte, Jean-Yves Frétigné esamina il secolo che si estende dai tentativi della carboneria all’unità italiana fino alla Prima Guerra mondiale. Viene così discusso il rapporto tra le due “sorelle latine”, al tempo stesso alleate e solidali ma anche rivali sul piano politico ed economico. La terza parte, ad opera di Alessandro Giacone, verte sul periodo che va dalla nascita del fascismo ai giorni nostri.

Gilles Bertrand: Professeur d’histoire moderne à l’Université Grenoble Alpes. Membre senior de l’Institut Universitaire de France.

Jean-Yves Frétigné: Président de la Société d’études françaises du Risorgimento italien. Maître de conférences à l’Université de Rouen.

Alessandro Giacone: Maître de conférences de civilisation italienne à  l’Université Grenoble Alpes.

Moncalieri e il suo territorio visti da Clemente Rovere

m1

SGUARDI SU MONCALIERI

Incontri per conoscere la città e il suo territorio

 

Giovedì 23 marzo ore 17,30

Biblioteca Civica “A. Arduino” – Via Cavour, 31 – Moncalieri

 dopo il Saluto dell’Assessore alla Cultura Città di Moncalieri Laura Pompeo

Gian Savino Pene Vidari

Presidente Deputazione Subalpina di Storia Patria

parlerà di

Moncalieri e il suo territorio nello sguardo di Clemente Rovere

m2

Prosegue presso la Biblioteca civica A. Arduino di Moncalieri il ciclo di conferenze dal titolo “Sguardi su Moncalieri – Incontri per conoscere la città e il suo territorio”. Il Centro Studi Piemontesi, in accordo con l’Assessorato per la Cultura e in collaborazione con la Cooperativa Culturalpe, organizza e promuove la  conferenza dal titolo “Moncalieri e il suo territorio nello sguardo di Clemente Rovere” di Gian Savino Pene Vidari.

Professore emerito di Storia del diritto presso l’Università degli Studi di Torino, oggi presidente della Deputazione Subalpina di Storia Patria, presenterà  immagini di Moncalieri e dei dintorni disegnate da Clemente Rovere nell’Ottocento: si deve, infatti, a questo funzionario dell’amministrazione di casa Savoia forse la più completa e interessante raccolta di tavole del Piemonte, disegnate con stile attento e corredate di importanti informazioni, di carattere artistico e storico. Questa sarà l’occasione per rivedere antichi scorci di Moncalieri e ripercorrere momenti importanti della sua storia passata.

I valori del paesaggio, del territorio e dell’eredità culturale: con gli incontri, ideati in collaborazione tra l’Assessorato alla Cultura della Città di Moncalieri, la Biblioteca  e il Centro Studi Piemontesi-Ca dë Studi Piemontèis di Torino, si intraprende  il cammino attraverso la storia e le storie di Moncalieri e del suo territorio, per aprire nuovi “Sguardi su Moncalieri”, volti ad approfondire i temi legati all’identità territoriale, nella consapevolezza che è importante il riferimento alle comuni radici per rinsaldare il senso di appartenenza e di radicamento alla comunità.

“Il ciclo di conferenze su Moncalieri vista con gli occhi di vari esperti  (ciclo che immaginiamo possa continuare nel lungo periodo) – afferma l’ Assessore Laura Pompeo – si inserisce nel grande progetto di valorizzazione del territorio su cui stiamo lavorando dall’inizio del nostro mandato (e sul quale abbiamo vinto anche un bando della Compagnia di San Paolo). Ciò a partire dalla definizione di alcuni assi tematici prioritari, consolidando e implementando un unico grande bacino (valorizzazione Castello, centro storico, fiume, verde e collina,  ecc….).  Nel quadro della Città Metropolitana sembra infatti opportuno che, soprattutto ora, Moncalieri possa distinguersi per specifici valori di immagine, per attività culturali innovative e per la promozione del paesaggio, in modo tale da incentivare la qualità del territorio e della vita dei cittadini. Inoltre,  dal 2016, si sono rafforzate le collaborazioni con diverse realtà del territorio (Centro Studi Piemontesi, Liceo Majorana, Unitre, ecc.), proprio per dare maggior radicamento alla biblioteca.Per questo abbiamo pensato che fossero proprio le Istituzioni ideali, dati l’esperienza, la competenza e il talento, per costruire insieme tale iniziativa”.

biblioteca arduino

comune Moncalieri

 

 

logoCSP

scarica l’invito

Mercoledì 15 febbraio, alle ore 18, in sede

  presentazione del libro di Paolo Bagnoli

La Fucina del Demiurgo

Materiali librari e bibliografici su Filippo Burzio

Con una nota di Corinna Desole

Edizioni Centro Studi Piemontesi- Fondazione Filippo Burzio

Con Paolo Bagnoli
intervengono
Alberto SinigagliaPresidente della Fondazione Filippo Burzio
Bruno Quaranta, giornalista

 

 

 

Piemonte bonnes nouvelles: le conferenze

logo convegno

Si conclude mercoledì 23 novembre alle 17
con Franca Porticelli che interviene su

La Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino e i suoi legami con la storia sabauda

il ciclo di conferenze di approfondimento legate alla mostra “Piemonte bonnes nouvelles“, organizzate dal Consiglio regionale del Piemonte con la Direzione Generale Biblioteche Istituti Culturali – MIBAC e il Centro Studi Piemontesi:

Le conferenze  si tengono alla  Biblioteca della Regione Piemonte “Umberto Eco”, in via Confienza 14 a Torino (Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti in sala):

La mostra “Piemonte Bonnes Nouvelles”,  è aperta fino al 31 dicembre 2016 alla Biblioteca Nazionale Universitaria.

Alla pagina dedicata del nostro sito, tutte le informazioni su conferenze, mostra e convegno, con video e gallery fotografica

foto

 

 

Teofilo Rossi di Montelera

Martedì 22 novembre 2016 alle ore 18,30

Palazzo Birago – Via Carlo Alberto 16
presentazione del volume

Teofilo Rossi. Il Sindaco di Torino della Grande Esposizione
a cura di Tomaso Ricardi di Netro

con saggi di Rosanna Roccia, Pierluigi Bassignana, Aldo A. Mola, Pierangelo Gentile, Silvia Cavicchioli

R.S.V.P.  entro lunedì 21 novembre: 011/537486 – info@studipiemontesi.it

teo

scarica l’invito

scarica la scheda del libro

La prima monografia dedicata a Teofilo Rossi di Montelera (1865-1927), uno dei sindaci “mitici” di Torino, che governò la città tra il 1909 e il 1917, oltre che Presidente della Camera di Commercio per 13 anni. Fu lui a realizzare la grande Esposizione Internazionale del 1911 che riposizionò Torino tra le principali città europee. Ampliò la cinta daziaria della città e costruì le infrastrutture che resero possibile lo slancio industriale dei decenni successivi. Per primo affrontò il tema del collegamento ferroviario con la Francia proponendo la realizzazione di un nuovo traforo in sostituzione di quello ottocentesco del Fréjus. Teofilo fu anche uomo di cultura e organizzatore di cultura. L’ultima stagione lo vide a Roma come ministro nel 1922 nei governi Facta e poi nel primo governo Mussolini, militando fermamente nel gruppo che trovava in Giovanni Giolitti il proprio riferimento sociale e ideale, oltre che politico.

Donne e corti d’amore a Palazzo Lascaris

Cattura

giovedì 17 novembre, alle ore 17,30

a Palazzo Lascaris, Sala Viglione

(Via Alfieri 15, Torino)

presentazione del libro

Donne piemontesi e corti d’amore

Una raccolta di liriche dell’antica Provenza

edizione Centro Studi Piemontesi, 2016

con l’autore Marco Piccat, intervengono Silvia Cavallero e Rinaldo Comba. Coordina Albina Malerba

Ingresso libero fino ad esaurimento posti. Si prega di dare la propria adesione a rel.esterne@cr.piemonte.it  -0115757507 -0115757807

scarica l’invito

scarica la scheda del libro

piccat figura

Piemonte bonnes nouvelles: la corte sabauda tra il Sei e l’Ottocento

logo convegno

Proseguono le conferenze di approfondimento legate alla mostra “Piemonte bonnes nouvelles“, organizzate dal Consiglio regionale del Piemonte con la Direzione Generale Biblioteche Istituti Culturali – MIBAC e il Centro Studi Piemontesi:

mercoledì 16 novembre,  alle 17, Andrea Merlotti, parlerà su

La corte dei Savoia 1631-1848

Le conferenze  si tengono alla  Biblioteca della Regione Piemonte “Umberto Eco”, in via Confienza 14 a Torino (Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti in sala):

La mostra “Piemonte Bonnes Nouvelles” è aperta fino al 31 dicembre 2016 alla Biblioteca Nazionale Universitaria.

Alla pagina dedicata del nostro sito, tutte le informazioni su conferenze, mostra e convegno.

 

Piemonte bonnes nouvelles – le conferenze

logo convegno

Durante il periodo di apertura della mostra “Piemonte bonnes nouvelles”allestita alla Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino fino al 31 dicembre 2016,  il Consiglio regionale del Piemonte con la Direzione Generale Biblioteche Istituti Culturali e il Centro Studi Piemontesi ha organizzato tre conferenze di approfondimento che si tengono alla  Biblioteca della Regione Piemonte “Umberto Eco”, in via Confienza 14 a Torino (Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti in sala).

La prima conferenza è mercoledì 9 novembre alle 17

 con Gustavo Mola di Nomaglio, che parlerà sul tema

 Storie e storici dei Savoia: seicento anni di studi