Archivi categoria: Conferenze, incontri, convegni

Arti decorative a Torino nel 1884

Le conferenze di approfondimento sulla mostra Torino internazionale. Le grandi Expo tra Otto e Novecento”, organizzate dal Centro Studi Piemontesi in collaborazione con il Consiglio regionale del Piemonte, si concludono il 23 settembre alle ore 17, alla Biblioteca della Regione Piemonte (via Confienza 14,Torino)

 Stefania Cretella

dell’ Università di Verona

parlerà di

Arti decorative a Torino nel 1884. Per uno stile “nazionale”

§§§

Gustavo Mola di Nomaglio

Vice Presidente del Centro Studi Piemontesi

concluderà l’incontro con un intervento su

Torino e le grandi Esposizioni. Un bilancio

 

§§§

Si ricorda che la Mostra è aperta fino al 25 settembre con l’orario

 dal lunedì al venerdì 9-13; 14-16; il mercoledì fino alle 18.

 

Tommaso Villa e le Esposizioni 1884-1911

Proseguono le conferenze di approfondimento sulla mostra “Torino internazionale. Le grandi Expo tra Otto e Novecento  alla Biblioteca della Regione Piemonte (via Confienza 14, Torino):

mercoledì 16 settembre alle ore 17

Silvano Montaldo,

docente all’Università di Torino e direttore del Museo Lombroso,

parlerà di

Tommaso Villa e le Esposizioni 1884-1911

 

conferenze sett15

La mostra “Torino Internazionale. Le grandi Expo tra Otto e Novecento” è allestita alla Biblioteca della Regione Piemonte fino al 25 settembre con l’orario: lun-ven 9-13 / 14-16; il mercoledì l’apertura è prolungata fino alle 18.

L’ingresso alle conferenze e alla mostra è libero.

 

Torino Internazionale – le conferenze

Le attività del Centro Studi riprendono con il ciclo di conferenze “Torino Internazionale. Le grandi Expo tra Otto e Novecento”, un approfondimento legato alla mostra allestita alla Biblioteca della Regione Piemonte fino al 25 settembre (orario: lun-ven 9-13 / 14-16; il mercoledì l’apertura è prolungata fino alle 18)

conferenze sett15

La prima conferenza è programmata per mercoledì 9 settembre alle 17, alla Biblioteca della Regione Piemonte, in via Confienza 14 a Torino: Pier Luigi Bassignana parlerà delle Esposizioni dimenticate, con proiezione di filmati d’epoca.

Le conferenze proseguiranno mercoledì 16 settembre con Silvano Montaldo, Tommaso Villa e le esposizioni 1884-1911 e mercoledì 23 settembre con il doppio intervento di Stefania Cretella, Arti decorative a Torino nel 1884. Per uno “stile nazionale”  e di Gustavo Mola di Nomaglio, Torino e le grandi esposizioni. Un bilancio.

L’ingresso alle conferenze e alla mostra è libero.

Leonardo Murialdo, santo sociale

Giovedì 18 giugno, alle ore 18 al  Collegio Artigianelli (Corso Palestro 14 , Torino)

presentazione del libro di

Giovenale Dotta

Leonardo Murialdo.  L’apostolato  educativo e sociale (1866-1900)

Libreria Editrice Vaticana, 2015

murialdo

Con l’autore intervengono

don Danilo Magni, Direttore Collegio Artigianelli
Albina Malerba, Direttore Centro Studi Piemontesi-Ca dë Studi Piemontèis
Giorgio Chiosso, Università di Torino                                                              Rosanna Roccia,  Direttore “Studi Piemontesi”

Filippo Tartùfari e i Partigiani della Montagna

 Giovedì 7 maggio  alle ore 18.00
alla sala conferenze del Museo Diffuso della Resistenza

si parlerà sul tema

La Liberazione di Torino e i Partigiani della Montagna nei versi romaneschi di Filippo Tartùfari (Roma, 1884 – Torino 1956)

Intervengono:

Albina MalerbaFilippo Tartùfari, la rivista “Ël Tòr” e l’amicizia con i poeti piemontesi Nino Costa e Luigi Olivero

 Simonetta Satragni PetruzziFilippo Tartùfari: un romano a Torino. Lettura del poemetto “Li partiggiani de la montagna” e di altri sonetti in romanesco di Filippo Tartùfari

Ingresso libero

museo diffuso

Museo Diffuso della Resistenza                                                                    Corso Valdocco 4/A, Torino                                                                                   tel 011 4420780                                                              www.museodiffusotorino.it

L’Abate Valperga di Caluso a 200 anni dalla morte

valperga

In collaborazione con Vivant, mercoledì 1° aprile 2015, alle ore 18.00, in sede, un approfondimento su uno dei più importanti scienziati e pensatori europei del ‘700:

a 200 anni dalla morte dell’Abate Valperga di Caluso

Intervengono:

Tomaso Ricardi di Netro, L’Abate di Caluso e i suoi fratelli: una famiglia di successo nella Torino di fine Settecento

Gustavo Mola di Nomaglio, “Aperto a tutti gli orizzonti…”. Militare e teologo, scienziato e poeta, filosofo ed astronomo: l’Abate di Caluso un gigante della cultura europea tra Sette e Ottocento

Albina Malerba, L’Abate di Caluso nel catalogo del Centro Studi Piemontesi

 vivant

 

Pinerolo e dintorni nel 1800

Locandina
Locandina

 

Giovedì 26 febbraio a Pinerolo, viene presentato il volume Corografia della città e provincia di Pinerolo, ristampa anastatica  dell’opera di Amedeo Grossi, edizione Pane e Barberis del 1800, pubblicata dal Centro Studi Piemontesi, a cura di Giuseppe Pichetto.

 

 

Intervengono: Gian Vittorio Avondo (storico), don Giorgio Grietti (archivista della Diocesi di Pinerolo), Maria Teresa Reineri (storica), Giuseppe Pichetto (Presidente del Centro Studi Piemontesi). Modera Eros Primo (Segretario di Italia Nostra Sezione di Pinerolo).

La presentazione si tiene alle ore 17,30 alla Libreria Volare, Corso Torino 44, Pinerolo, nell’ambito del ciclo di incontri “Pinerolo tra storia cultura e industria”.

Leggi QUI la scheda del libro

La Cavalleria nella Grande Guerra

Mercoledì 25 febbraio, con la conferenza di Roberto Nasi – presidente  dell’Accademia di Sant’Uberto – su La cavalleria nella guerra del ’15-’18, si conclude il ciclo di incontri sulla Prima Guerra Mondiale organizzato dal Consiglio regionale del Piemonte in collaborazione con il Centro Studi Piemontesi.

La conferenza si tiene in via Confienza 14, alla Biblioteca della Regione Piemonte, alle ore 17; l’ingresso è libero, fino ad esaurimento dei posti in sala.

Nei locali della Biblioteca, fino al 6 marzo, è possibile visitare la mostra Cimeli dal fronte. Gli oggetti che parlano della Grande Guerra, aperta dal lunedì al venerdì con orario 9-13 / 14-16.

La battaglia di Pozzuolo del Friuli

Proseguono gli incontri sulla Prima Guerra Mondiale alla Biblioteca della Regione Piemonte: mercoledì 18 febbraio, alle 17, il generale Paolo Bosotti, Comandante della Regione Militare Nord, interviene su I fatti d’arme di Pozzuolo del Friuli nelle relazioni ufficiali dei protagonisti.

Le conferenze si tengono in via Confienza 14, alla Biblioteca della Regione Piemonte; l’ingresso è libero, fino ad esaurimento dei posti in sala.

Nei locali della Biblioteca, fino al 6 marzo, prosegue la mostra Cimeli dal fronte. Gli oggetti che parlano della Grande Guerra, aperta dal lunedì al venerdì con orario 9-13 / 14-16.

Gli economisti e la guerra

Gli economisti possono o devono interessarsi alla guerra? Se sì, l’analisi va condotta dal punto di vista teorico oppure è opportuno indagare sulle cause, le conseguenze e i costi della guerra? Le risposte a quesiti come questi sono mutate radicalmente nel corso del tempo, dall’epoca della formazione degli stati segnata dalla conquista del monopolio della violenza fino agli ultimi decenni in cui, con le nuove guerre, alcuni stati questo monopolio lo hanno perso, delegando a privati l’esercizio della forza.

Renata Allìo parla sul tema Gli economisti e la guerra, mercoledì 11  febbraio alle 17 alla Biblioteca della Regione Piemonte, in via Confienza 14 a Torino, per il ciclo di conferenze “Cimeli dal fronte. Gli oggetti che parlano della Grande Guerra”  organizzato dal Consiglio regionale del Piemonte in collaborazione con il Centro Studi Piemontesi. 

Renata Allìo è professore ordinario di Storia Economica nell’Università di Torino, presiede il Centro di Studi dell’Università, fa parte di numerose associazioni scientifiche italiane e straniere, ed è membro del Comitato Scientifico del Centro Studi Piemontesi. Ha recentemente pubblicato per Rubbettino Editore il volume Gli economisti e la guerra.

*  *  *

Fino al 6 marzo è possibile visitare la mostra Cimeli dal fronte. Gli oggetti che parlano della Grande Guerra, allestita nei locali della Biblioteca,  da lunedì a venerdì con l’orario 9-13 / 14-16.

Sia per la mostra che per le conferenze l’ingresso è libero, fino ad esaurimento dei posti.