Archivi tag: Museo Mallè

Ij Sant/Ognissanti

Dalla mostra del Museo Mallè di Dronero del 2019, Tra Terra e Cielo. Quattro fotografi raccontano i cimiteri della valle Maira, promossa da “Espaci Occitan” con il sostegno del Comune e curata da Ivana Mulatero e Stefania Riboli. Fotografi Roberto Beltramo, Diego Crestani, Enrica Fontana e Giorgio Rivoira.

Un poesia piemontese per ricordare i nostri cari

Tavo Burat (1932-2009), La Cavalcada

da Tavo Burat, Poesìe, Torino, Centro Studi Piemontesi-Ca dë Studi Piemontèis, 2008, p 53.

It në visesto

dle corse sërvaje

a la giarada

con nòssa Gent

vantà via ant la dësmentia

ëd milanta

stagion antampà

ant ël creus dël temp

frel bralù?

Minca na neuit

i sento torna l’arbate

‘d ciapin al galòp

i vë speto cambrada

i son bele-sì pront

aranda l’adoss

përchè sèmper viv i sarai

mach ant la cavalcad

dij mòrt.

Alé, hòp

LA CAVALCATA

Te le ricordi
le corse selvagge 
a briglia sciolta   
con il nostro popolo   
sparito nell’oblio 
di migliaia  
di stagioni  
sprofondate  
nel cavo del tempo  
fratello dai lunghi capelli?  
Ogni notte 
sento ancora il ribattere  
di zoccoli al galoppo  
vi aspetto compagni  
son qui ormai pronto  
accanto alla sorgente  
perché sempre vivo sarò 
soltanto nella cavalcata  
dei morti  
Su, hop! 

Riprendono i Colloqui del Lunedì con il Museo Mallè di Dronero

Lunedì 21 maggio 2018 ore 18

al Centro Studi Piemontesi

via Ottavio Revel 15 – Torino

Il Museo Luigi Mallé di Dronero

 

Intervengono

Livio Acchiardi Sindaco di Dronero

Alessandro Agnese Assessore alla Cultura del Comune Dronero

Sonia Chiardola Assessore alle Politiche giovanili del Comune di Dronero

Ivana Mulatero Direttore scientifico del Museo

 

Luigi Mallé nasce a Torino nel 1920 da una famiglia della media borghesia originaria di Dronero tra le cui fila figurano magistrati, giudici e avvocati. Plurilaureato, si specializza negli studi storico artistici con Anna Maria Brizio, Lionello Venturi e Mario Salmi. Dopo una lunga carriera come conservatore dei Musei civici torinesi, nel 1965 assume la direzione, promuovendo e curando importanti mostre, fra cui quelle dedicate ad Hans Hartung, Robert Motherwell, Lucio Fontana, Conceptual Art, Arte Povera, Land Art. Nel 1973 torna a vita privata dedicandosi ai suoi studi, presto interrotti dalla morte precoce avvenuta nel 1979.

Inaugurato nel 1995, il Museo Luigi Mallé di Dronero è una risorsa culturale inesplorata del Piemonte, patrimonio storico e artistico della città di Dronero, all’imbocco della Valle Maira. Il Museo è il frutto di un dono di Luigi Mallé alla comunità dronerese. Moderno mecenate, protagonista della vita culturale e artistica italiana tra gli anni 1950 e 1970, Mallé dona la casa di famiglia e la sua collezione personale quale omaggio alla terra dei suoi avi. Il Museo espone un centinaio di dipinti (datati dalla fine del XVI al XX secolo), alcune sculture, una selezione di raffinate ceramiche Meissen e di altre manifatture, i vasi liberty Gallé e Daum, le fotografie storiche e le pregiate stampe rococò, con un corredo di ambientazione che include consolle, specchiere, bureau libreria e chaise-longue di epoca tardo settecentesca. Il Museo Mallé affronta le sfide del XXI secolo grazie a un recente rilancio operato da Espaci Occitan e sostenuto dal Comune di Dronero e dalla Regione Piemonte.

La conferenza può essere seguita  sul Canale YouTube del Centro   Studi Piemontesi