Archivi tag: storia economica

La ripresa economica del Dopoguerra

Tra i libri di recente pubblicazione del Centro Studi Piemontesi, segnaliamo come lettura utile e interessante di questi tempi di dibattito per la ripresa economica, il prezioso volumetto, la cui presentazione era in programma alla fine di febbraio, purtroppo annullata come tutte le altre iniziative.
Chi fosse interessato può ordinarlo, e sarà spedito appena possibile, oppure, appena le condizioni lo permetteranno, si potrà passare ad acquistarlo in sede.

9 marzo 1946. L’audizione di Camillo Venesio Amministratore delegato della Banca Anonima di Credito-Torino alla Commissione Economica del Ministero per la Costituente
Prefazione di ANTONIO PATUELLI
Torino, Centro Studi Piemontesi-Ca dë Studi Piemontèis, 2019, pagg. 43.
Prezzo di copertina € 5,00
ISBN 978-88-8262-293-0

Camillo Venesio (1900-1983), amministratore delegato della Banca Anonima di Credito di Torino, nel 1946 venne convocato dalla Commissione per i problemi economici della Costituente per una sorta di intervista sui problemi monetari e del commercio estero nell’Italia dell’immediato dopoguerra. Il libro pubblica i testi di quella “audizione” con i rappresentanti della Commissione, formata da noti economisti, da cui risultano le sue opinioni decise e schiette, che ben rappresentano la visione determinata di un imprenditore che aveva mantenuto immutati, anche in tempi difficili, i principi fondamentali dell’economia liberale, contribuendo, come milioni altri imprenditori, a ricostruire l’Italia dopo la Seconda Guerra Mondiale. “L’audizione del banchiere Venesio – scrive Antonio Patuelli, Presidente dell’ABI, nella Prefazione – contribuì al dibattito culturale, propedeutico alle discussioni alla Costituente e rimane illuminante e attualissima…”

Gli economisti e la guerra

Gli economisti possono o devono interessarsi alla guerra? Se sì, l’analisi va condotta dal punto di vista teorico oppure è opportuno indagare sulle cause, le conseguenze e i costi della guerra? Le risposte a quesiti come questi sono mutate radicalmente nel corso del tempo, dall’epoca della formazione degli stati segnata dalla conquista del monopolio della violenza fino agli ultimi decenni in cui, con le nuove guerre, alcuni stati questo monopolio lo hanno perso, delegando a privati l’esercizio della forza.

Renata Allìo parla sul tema Gli economisti e la guerra, mercoledì 11  febbraio alle 17 alla Biblioteca della Regione Piemonte, in via Confienza 14 a Torino, per il ciclo di conferenze “Cimeli dal fronte. Gli oggetti che parlano della Grande Guerra”  organizzato dal Consiglio regionale del Piemonte in collaborazione con il Centro Studi Piemontesi. 

Renata Allìo è professore ordinario di Storia Economica nell’Università di Torino, presiede il Centro di Studi dell’Università, fa parte di numerose associazioni scientifiche italiane e straniere, ed è membro del Comitato Scientifico del Centro Studi Piemontesi. Ha recentemente pubblicato per Rubbettino Editore il volume Gli economisti e la guerra.

*  *  *

Fino al 6 marzo è possibile visitare la mostra Cimeli dal fronte. Gli oggetti che parlano della Grande Guerra, allestita nei locali della Biblioteca,  da lunedì a venerdì con l’orario 9-13 / 14-16.

Sia per la mostra che per le conferenze l’ingresso è libero, fino ad esaurimento dei posti.