Archivi tag: teatro piemontese

laboratorio di piemontese

Da giovedì 6 maggio prende avvio all’Università di Torino, Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Torino –  Corsi di laurea: magistrali in Scienze Linguistiche e in Letteratura, Filologia e Linguistica Italiana, anno accademico 2020-2021,  il Laboratorio di piemontese sostenuto dal 2015, grazie ad un contributo privato dedicato, dal Centro Studi Piemontesi-Ca dë Studi Piemontèis.

Il Laboratorio avrà tre argomenti:

  1. Grammatica del piemontese nella sua varietà di koinè, a cura di Nicola Duberti.
  2. Prosa piemontese del Novecento: Pan’d Coa di Nino Autelli, a cura di Nicola Duberti.
  3. Teatro piemontese del Cinquecento: la Farsa di Zohan Zavatin di Giovan Giorgio Alione nel cinquecentesimo anniversario della sua pubblicazione, a cura di Lorenzo Ferrarotti, che sta curando il Progetto (con la collaborazione anche del Centro Studi Piemontesi-Ca dë Studi Piemontèis) di un’edizione filologica accurata delle Farse di Alione.

Il Laboratorio si terrà anche quest’anno online. Lezioni di tre ore ogni giovedì e venerdì dalle 14 alle 17.

Studenti registrati alla data del 4 maggio: 58. Sito web Laboratorio di piemontese – Corso di laurea magistrale in Scienze linguistiche – Università degli Studi di Torino (unito.it)

Premio Oberto 2021

Il Centro Gianni Oberto ha lo scopo di salvaguardare e promuovere il patrimonio culturale piemontese, raccogliendo e conservando il materiale esistente e incoraggiando nuovi studi e ricerche. Il Centro è diretto dall’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale del Piemonte e si avvale di un Comitato Consultivo .eletto dal Consiglio Regionale.

La Biblioteca della Regione Piemonte, Centro Gianni Oberto bandisce il concorso a premi “Premio Gianni Oberto –edizione 2021”, con la finalità di promuovere e diffondere la cultura piemontese, valorizzandone la storia e la tradizione, incentivando lo studio del patrimonio culturale del Piemonte.

Il concorso è riservato a laureati e laureate in discipline letterarie e umanistiche presso le Università piemontesi per tesi di laurea quadriennale, vecchio ordinamento, e magistrale, nuovo ordinamento, e per dissertazioni finali di laurea triennale, conseguite dal 1/1/2016 al 30/9/2021, relative alla letteratura italiana in Piemonte, alla letteratura in piemontese e nelle lingue minoritarie del Piemonte, alla cultura popolare in Piemonte e al teatro piemontese.

li elaborati devono pervenire entro e non oltre le ore 12.00 di venerdì 29 ottobre 2021, esclusivamente via email, in formato pdf al seguente indirizzo: centro.oberto@cr.piemonte.it

A questo link, il bando completo e la scheda di partecipazione

La cultura in Piemonte

Tramite la pagine Facebook o il Canale YouTubeFestival Pirandellomercoledì 16 dicembre alle 18 si potrà partecipare all’evento “Dove vanno il teatro e la cultura piemontesi?“, organizzato da Regione Piemonte e Consiglio regionale del Piemonte con e-campus

Interverranno:

Stefano Allasia, Vittoria Poggio, Luca Beatrice, Emiliano Bronzino, Valerio Binasco, Evelina Christillin, GabrieleFerraris, Paola Gribaudo, Elena Loewenthal, Albina Malerba, Licia Mattioli, Paolo Manera, Matteo Negrin, Laura Pompeo, Bruno Quaranta.

Premio Gianni Oberto 2018

Il Consiglio regionale del Piemonte e il Centro Gianni Oberto bandiscono un concorso per il conferimento di tre premi di studio riservato a laureati in discipline letterarie e umanistiche presso le Università piemontesi per tesi di laurea conseguite tra il 2014 e il 2018 relative ai seguenti argomenti:

letteratura italiana in Piemonte

letteratura in lingua piemontese e nelle lingue minoritarie del Piemonte

cultura popolare in Piemonte

teatro piemontese

Gli elaborati devono pervenire entro e non oltre le ore 12.00 del 26/10/2018, esclusivamente a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno o raccomandata a mano, al seguente indirizzo:
Biblioteca della Regione Piemonte “Umberto Eco”
Via Confienza, 14
10122 Torino
orari: Lunedì/giovedì 9-12.30/14-16 – venerdì 9 -12.30
Sul plico dovrà essere indicato: “Premio Gianni Oberto 2018”
Con la produzione dell’elaborato deve essere inviata, a pena di inammissibilità:
– la scheda di partecipazione allegata, debitamente firmata;
– dichiarazione sostitutiva del certificato di laurea ai sensi dell’art. 46 DPR 28/12/2000 n. 445;
– copia di un documento di identità valido.

qui regolamento e domanda 

Premio Gianni Oberto 2017

Il Centro Gianni Oberto e il Consiglio regionale del Piemonte bandiscono il “PREMIO GIANNI OBERTO 2017” per il conferimento di tre premi di studio destinati a laureati in discipline letterarie e umanistiche presso le Università piemontesi con dissertazione di laurea conseguita negli anni dal 2013 al 2017 sui seguenti argomenti:  letteratura italiana in Piemonte; letteratura in lingua piemontese e nelle lingue minoritarie del Piemonte; cultura popolare in Piemonte; teatro piemontese.

Gli elaborati dovranno pervenire alla Segreteria del Centro Gianni Oberto (011/5757844 – Centro.Oberto@cr.piemonte.it) entro il 13 ottobre 2017.

QUI Regolamento e domanda di partecipazione

Premio Gianni Oberto 2016

Il Consiglio regionale del Piemonte e il Centro Gianni Oberto  bandiscono il “Premio Gianni Oberto 2016”, concorso per il conferimento di tre premi di studio destinato a laureati in discipline letterarie e umanistiche presso le Università piemontesi negli anni dal 2012 al 2016 per una tesi in: letteratura italiana in Piemonte; letteratura in lingua piemontese e nelle lingue minoritarie del Piemonte; cultura popolare in Piemonte; teatro piemontese.

La domanda andrà presenta entro il 13 ottobre 2016.

Scarica Regolamento e domanda

Il “Gelindo” dall’Ottocento ad oggi

Giovedì 9 aprile, ore 18,  per le Lectiones Renzo Gandolfo/Pagine dal territorio, incontro con Mario Chiesa e Marco Piccat sul tema

Per una nuova edizione del “Gelindo”

dramma sacro piemontese

 

gelindo

Il Gelindo è la sacra rappresentazione natalizia che da più di due secoli rappresenta uno dei ‘monumenti’ emblematici del Piemonte, al pari della Sacra di San Michele o della basilica di Sant’Andrea di Vercelli. Letta e messa in scena in Piemonte per tutto l’Ottocento e ancora, pure se con minore assiduità, nel Novecento, diffusa in decine e decine di edizioni, non è disponibile in edizione moderna, di qui il progetto del Centro Studi Piemontesi di preparare una nuova edizione.