Archivi tag: Un libro per Natale

Antiche pubblicità di latta

 Per “Le piccole mostre del Centro Studi Piemontesi”

è allestita fino al 22 dicembre

nella sede di Via Ottavio Revel, 15 a Torino
l’esposizione

Antiche pubblicità di latta:

dalla Venchi alla Talmone Venchi Unica

a cura di Silvie Mola di Nomaglio

 Tra le numerose industrie dolciarie torinesi che diffusero in Italia e fuori dai confini le proprie specialità alimentari, biscotti, cioccolato, cacao, caramelle e, nel contempo, il nome di Torino, si devono ricordare almeno la Michele Talmone (fondata nel 1850), la Moriondo e Gariglio (la quale, fondata nel 1868, produceva nel tardo Ottocento oltre 3500 Kg. di cioccolato e cacao al giorno), la Caffarel Prochet (fondata nel 1826), la Biscotti Delta di M. A. Gatti (1911) con scatole talora originalissime, la Baratti e Milano, le ditte Beata & Perrone, Cacao Lac, Cacao Davit, Leone, De Coster, Mondino, Wamar, Dora Biscuits. I metallici contenitori utilizzati per conservare e distribuire i loro prodotti, multiformi e deliziosamente illustrati e colorati, giunsero un po’ dovunque nel mondo.

In questa piccola mostra sono raccolte alcune delle scatole della Venchi (fondata nel 1878 da Silviano Venchi, 80 dipendenti nel 1896, oltre 500, in costante crescendo, nel 1905, esportatrice letteralmente in tutto il globo) e delle sue successive evoluzioni societarie. Nel 1924 –  mentre la Venchi continuava a andare a gonfie vele nonostante la morte, nel 1922 del Venchi, sotto la guida dei suoi nipoti e del direttore Gerardo Gobbi (poi a lungo amministratore delegato della società)  – nacque, per iniziativa di Riccardo Gualino la società anonima Unica (Unione Nazionale Industria Commercio Alimentari),  raggruppando sotto questa denominazione quattro aziende del settore, alcune delle quali appena citate: la Michele Talmone, la Moriondo Gariglio, la Cioccolato Bonatti e le Fabbriche riunite Gallettine & Dora. Lo stabilimento di produzione, realizzato su corso Francia, non lontano dai limiti di Torino, era imponente: vi lavoravano oltre 1500 operai, 300 impiegati e alcune decine di altri dipendenti. Nel 1934, in seguito al fallimento di Gualino l’Unica viene acquistata dalla Venchi e prende vita per fusione la Venchi Unica, che si prevarrà, a fianco di questi marchi, anche di quello Talmone. La Venchi, disponendo ormai del grande stabilimento Unica di corso Francia cedette allo Stato la propria sede, realizzata nel 1907 su progetto dell’architetto Pietro Fenoglio in corso Regina Margherita 16. Questa, passata al demanio militare, ne ospiterà a lungo l’opificio.  Dopo la morte di Gerardo Gobbi, avvenuta nel 1954, subentrerà quale presidente Giovanni Maria Vitelli, che ne resterà a capo sino agli anni settanta del secolo scorso. In seguito, caduta nelle mani di speculatori, l’azienda fallirà e solo il marchio potrà essere salvato da un creditore del fallimento, cosa che consentirà successivamente di vederlo risorgere, tornando a rappresentare un’eccellenza piemontese e italiana.

Orari: la mostra proseguirà, accanto a “Un libro per Natale”, fino al 22 dicembre. Sabato 15 e sabato 22 dicembre apertura con orario continuato 10-18. Chiuso la domenica

Un libro per Natale dal 12 dicembre

Mercoledì 12 dicembre 2018

a partire dalle 11,30 inaugurazione della mostra in sede

Un libro per Natale

Esposizione delle pubblicazioni realizzate dal Centro Studi             Piemontesi insieme ad altri libri sul Piemonte di non facile reperibilità nelle librerie

con un brindisi di buon augurio

Ingresso:  Antiche pubblicità di latta: dalla Venchi alla Talmone Venchi Unica, Piccola mostra a cura di Silvie Mola di Nomaglio

Sala Renzo Gandolfo:      Ore 12 circa Rosanna Roccia e collaboratori presentano il n. 2, 2018 di “Studi Piemontesi”

ore 12.30  gli Auguri del Presidente Giuseppe Pichetto

Sala Agar Pogliano:  ore 13 circa Marco GiacconeSua maestà il Pane: ieri oggi e domani

dalle 13,30 flash-mob di presentazione libri Novità e in Catalogo

Intervengono gli autori: Elena Gianasso, Costanza Roggero, Giovanni Tesio, Graziella Riviera, Franco Cravarezza, Daniele D’Alessandro, Fabrizio Antonielli d’Oulx, Maria Teresa Pichetto, Pier Massimo Prosio, Corinna Desole, Giovanni Ronco, Liliana Pittarello, Albina Malerba, Giorgio Casartelli, Ada Brunazzi, Carla Casalegno, Sergio Donna,  Bruno Guglielmotto Ravet, Vittorio Marchis…..  e quanti vorranno parlare di libri….

Sul canale YouTube del Centro Studi Piemontesi il video con tutte le presentazioni flash

 

ore 17.30 Claudio Costa, I bianchi e i rossi di Castellinaldo

 La mostra proseguirà fino al 22 dicembre –  Mercoledì 12 dicembre apertura fino alle ore 19

Sabato 15 e sabato 22 dicembre apertura con orario continuato 10-18. Chiuso la domenica

Verso il Natale…

Queste le manifestazioni del Centro Studi Piemontesi per le prossime settimane:

 Mercoledì 13 dicembre, a partire dalle 11,30

in sede, inaugurazione della mostra

Un libro per Natale

con un brindisi di buon augurio

Mercoledì 13 dicembre apertura fino alle ore 18

 

La mostra proseguirà fino al 22 dicembre

Sabato 16 dicembre apertura con orario continuato 1– 18   Chiuso la domenica

Accanto alla tradizionale esposizione in sede delle pubblicazioni  del Centro Studi Piemontesi sarà allestita una piccola mostra di Libri di storia degli Stati sabaudi dai Fondi della Biblioteca storica del Centro Studi Piemontesi.

*  *  *  *

Fuori sede

Lunedì 18 dicembre, ore 20.30

Torino – Real Chiesa di San Lorenzo

Vijà piemontèisa 2017

Soma rivà tuti si për vëdde ‘l Bambin

Mario Brusa Voce recitante. Enzo Vacca Arpa, canto. Valerio Franco Pive, canto

     

 

*  *  *  *

Martedì 19 dicembre, ore 17

Auditorium Vivaldi (Piazza Carlo Alberto 3, Torino)

Presentazione del libro di Graziella Riviera

La strada del Fiammingo

Dal Brabante al Monferrato: i Tabachetti di Fiandra

Centro Studi Piemontesi, 2017, pagg. VI-358, ill.

Con l’Autrice intervengono: Giuseppe Pichetto, Presidente Centro Studi Piemontesi; Renata Lodari, Presidente Ente Gestione Sacri Monti del Piemonte; Rosanna Roccia, Direttore “Studi Piemontesi”; Giovanni Tesio, Università del Piemonte Orientale. Coordina Albina Malerba.  Saluto di chiusura dell’Assessore alla Cultura della Regione Piemonte Antonella Parigi.

 

 

Un libro per Natale

LUCI ARTISTA CENTRO STUDI Lunedì 12 dicembre 2016 a partire dalle 11,30

  inaugurazione della Mostra

Un libro per Natale

       con un brindisi di buon augurio
 *  *  *

La mostra proseguirà fino al 22 dicembre

Lunedì 12 dicembre apertura fino alle ore 19

Sabato 17 dicembre apertura con orario continuato 10-18

Chiuso la domenica

 *  *  *

Accanto alla tradizionale esposizione in sede delle pubblicazioni

del Centro Studi Piemontesi

sarà allestita una piccola mostra di

Legature e volumi di storia sabauda
dai Fondi della Biblioteca storica 
del Centro Studi Piemontesi

in occasione della mostra

“Piemonte, Bonnes Nouvelles”

allestita alla Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino

nel 600° anniversario del Ducato di Savoia

scarica l’invito

Un libro per Natale, dal 12 dicembre

                                            J’angej a vòlo ant l’aria benedìa

      e a rij, tra l’aso e ‘l beu, Gesù Bambin

con la Madòna anginojà davsin

                Nino Costa (1886-1945)   

 

                                                                   

Sabato 12 dicembre, dalle ore 11 alle 13

inaugurazione della Mostra

Un libro per Natale

Tradizionale esposizione, in sede, dei libri pubblicati dal Centro Studi Piemontesi e di altre edizioni proposte a prezzi natalizi
Nell’occasione, solo per il 12 dicembre, saranno eccezionalmente esposte al pubblico alcune rarissime edizioni della Biblioteca Storica, di cui è in corso la catalogazione nel Servizio Bibliotecario Nazionale

✯  ✯  ✯

La mostra proseguirà fino al 22 dicembre

Sabato 12 dicembre apertura fino alle ore 18                       Sabato 19 dicembre apertura orario continuato 10-18     Domenica chiuso

 

12

 

Un libro per Natale fino al 22 dicembre

La mostra UN LIBRO PER NATALE prosegue fino al 22 dicembre. Sabato 20 dicembre apertura con orario continuato 10-18 (Chiuso la domenica)

Un libro per Natale è l’invito che da anni il Centro Studi Piemontesi-Ca dë Studi Piemontèis rivolge ai Soci e agli amici perché pensino per i loro regali di Natale ai libri: silenziosi preziosi discreti  “doni” che accompagneranno tutto l’anno la persona che li riceve.

Anche quest’anno è allestita in sede, via Ottavio Revel 15 – Torino, fino al 22 dicembre,  l’esposizione delle pubblicazioni realizzate dal Centro Studi Piemontesi-Ca dë Studi Piemontèis nei suoi 45 anni di attività editoriale: nelle stanze del Centro Studi Piemontesi sono nate opere storiografiche di grande rilievo, illustri studiosi hanno contribuito alla crescita delle diverse  Collane editoriali che sono andate delineandosi all’interno dei molteplici interessi emersi: oltre 400 i titoli in catalogo che rappresentano nel loro variegato specchio di interessi (arte, letteratura, musica, storia, linguistica, dialettologia, poesia) una miniera alla quale può attingere qualsiasi studioso che voglia avvicinarsi a qualche argomento piemontese.

Tra le novità 2014 si segnalano:

Utrecht 1713. I trattati che aprirono le porte d’Italia ai Savoia. Studi per il terzo centenario, a cura di Gustavo Mola di Nomaglio e Giancarlo Melano, in collaborazione con l’Associazione Torino 1706. Pagg. 745, ill. ISBN 978-88-8262-215-2

Corografia della Città e Provincia di Pinerolo, ristampa anastatica dell’opera di Amedeo Grossi, edizione Pane e Barberis del 1800, a cura e con introduzione di Giuseppe Pichetto, e una nota di Maria Teresa Reineri. Pagg. XII-148, con cartina. ISBN 978-88-8262-217-6

Giulia Ajmone Marsan, All’ombra di notabili ed eroi. Giuseppe Lavini (1857-1928), prefazione di David Chipperfield. Pagg. 226, ill. (2014). ISBN 978-88-8262-212-1

Maria Teresa Testa Cavaglià, La Casa di Misericordia in Borgo Nuovo (1854-2014), prefazione di Rosanna Roccia. Pagg. 158, ill. (2014). ISBN 978-88-8262-213-8

Lagrange Matematico Europeo, a cura di Livia Giacardi, Atti del Convegno di Studi, Torino, Accademia delle Scienze – Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito, 14-15 novembre 2013, Collana della Fondazione “Filippo Burzio. Pagg.  XVI-128.ISBN 978-88-8262-216-9

Giancarlo Bergami, Piero Gobetti e il gobettismo, prefazione di Ersilia Alessandrone Perona. Pagg. 183 (2014). ISBN 978-88-8262-210-7

Luca Spanu, Casi lombrosiani,  Collana “Studi e ricerche” della Fondazione “Filippo Burzio”, prefazioni di Valerio Zanone, Giacomo Giacobini, Silvano Montaldo. Pagg. 172, ill. (2014).  ISBN 978-88-8262-211-4

Ma praticamente tutti i titoli in Catalogo, non esauriti, sono esposti, insieme ad altri libri sul Piemonte di non facile reperibilità nelle librerie.

Un libro per Natale

E Natal l’é Natal                                                                                                              Festa ciàira, lusenta, sensa temp, sensa màcie lontan-e:                              d’un ancheuj, che a smija ‘n sempre,                                                                            la caden-a as fa scala për cecheujo ‘l boneur                                                      Renzo Gandolfo

Un libro per Natale, tradizionale esposizione delle pubblicazioni realizzate dal Centro Studi Piemontesi  e di altre edizioni a prezzi natalizi, sarà aperta per Soci e Amici dall’ 11 al 22 dicembre.

Giovedì 11 dicembre, dalle 16,30 alle 20, inaugurazione della mostra,  con un brindisi  di buon augurio, con i prodotti offerti da Franco Costa Viticoltore in Castellinaldo, Grissinificio Derby, La Torinese, Uniongriss.

Solo l’11 dicembre saranno eccezionalmente esposte al esposte al pubblico alcune rare edizioni della Biblioteca Storica del Centro Studi Piemontesi-Ca dë Studi Piemontèis, di cui è in corso la catalogazione nel Servizio Bibliotecario Nazionale.

La mostra prosegue fino al 22 dicembre con il seguente orario:

da lunedì a venerdì 9-13 / 14,30-18; sabato 10-18.                 Domenica chiuso