L’Archivio di Bernardo Vittone

Il 22 ottobre si terrà on line il seminario

Un archivio disperso: disegni, documenti e libri dall’atelier vittoniano

organizzato dal Politecnico di Torino, Castello del Valentino

coordinato da Roberto Caterino, Francesca Favaro, Francesco Novelli, Edoardo Piccoli

con il patrocinio di: Dipartimento di Architettura e Design, Politecnico di Torino, Accademia delle Scienze di Torino, Accademia Nazionale di San Luca, Società Piemontese di Archeologia e Belle Arti.

Qui il programma e gli abstract dei contributi

Qui il sito per informazioni sul collegamento on line


Giorgio siboni e gustavo mola parlano di “studi sabaudi”

Il Centro Studi Piemontesi racconta…

Giorgio Federico Siboni, con Gustavo Mola di Nomaglio, presenta il suo libro Studi Sabaudi, una raccolta di saggi su temi legati alla storia sabauda dell’Otto e Novecento (ed. Gammarò, 2020)

Il Premio Guglielmo e Orsola MAddalena Caccia a Graziella Riviera

Moncalvo, 3 ottobre 2020, Chiesa Parrocchiale di San Francesco

Consegna da parte dell’  “Associazione Culturale Guglielmo Caccia detto il Moncalvo e Orsola  Caccia”,  dei premi “Guglielmo e Orsola Maddalena Caccia” a Graziella Riviera per il volume La strada del fiammingo. Dal Brabante al Monferrato. I Tabachetti di Fiandra (edito dal Centro Studi Piemontesi), e allo storico dell’arte Marco Di Capua, dell’Accademia di Belle Arti di Napoli.

le associazioni culturali e la pandemia

A conclusione della “Settimana della Cultura di UNI.VO.C.A.

Sabato 10 ottobre 2020 ore 10

TAVOLA ROTONDA
LE ASSOCIAZIONI CULTURALI SI INTERROGANO SUL PROPRIO FUTURO DOPO LA PANDEMIA

Programma:

  • h. 10,00, Paolo Berruti, Presidente Emerito di UNI.VO.C.A. e Presidente dell’Associazione AMICI DELL’ARTE E DELL’ANTIQUARIATO: il Quaderno del Volontariato Culturale n. 20;
  • h. 10,15, Fabrizio Antonielli d’Oulx, Presidente Emerito dell’Associazione AMICI DELLA SACRA DI SAN MICHELE, Presidente dell’Associazione VIVANT e VicePresidente UNI.VO.C.A.: La storia di UNI.VO.C.A. e i suoi 30 anni di attività;
  • h. 10.30, Feliciano Della Mora, Presidente di UNI.VO.C.A.: Sintesi delle attività delle associazioni aderenti prima della pandemia e situazione attuale;
  • h. 10,40, TAVOLA ROTONDA, condotta da Paolo Berruti, con il seguente interrogativo:
    La pandemia ha cambiato la nostra società. Come le Associazioni hanno affrontato questa realtà e come stanno programmando il loro futuro ?
    Interverranno:
  • Vittoria Poggio, Assessore alla Cultura della Regione Piemonte;
  • Silvio Magliano, VicePresidente VOL.TO e Consigliere Regionale;
  • Jennifer Celani, Funzionario della Soprintendenza di Firenze;
  • Roberto Gnavi, Medico e Presidente di Italia Nostra Torino;
  • intervista ad Elena Ala, Giornalista;
  • intervista ad Albina Malerba, Direttore del Centro Studi Piemontesi;
  • Alessandra Maritano, Funzionario comune di Giaveno, Presidente del Museo Civico Etnografico di Pinerolo, Presidente Associazione Arti e Tradizioni del Pinerolese;
  • intervista ad Antonella Contardi, VicePresidente Associazione Amici dell’Arte e dell’Antiquariato;
  • Michele Ferraro, Consigliere dell’Associazione Amici di Palazzo Reale;
  • intervista a Luca Glebb Miroglio, Presidente Associazione Amici dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI;
  • Silvana Bertoldi, Osservatrice e conoscitrice del mondo del volontariato.
  • h. 12,30 c., sintesi conclusiva a cura di Paolo Berruti.

In presenza, secondo i protocolli COVID-19, presso VOL.TO (via Giolitti, 21 – To)

on line (e in differita su Youtube Canale Univoca Torino).

Boteriana a Bene vagienna

SABATO 10 OTTOBRE 2020
Bene Vagienna, Palazzo dei Nobili ore 9,30

e in diretta streaming online su YouTube e Facebook

Convegno biennale – Boteriana II
Attorno al De regia sapientia. – Le forme della politica nelle prime opere di Giovanni Botero

Coordinato da Blythe Alice Raviola dell’Università degli Studi di
Milano; Presiede Chiara Continisio dell’Università Cattolica di Milano

Relatori:

  • Paolo Cozzo (Università degli Studi di Torino)
    Il De regia sapientia: Botero tra politica e religione
  • Chiara Silvagni (Università La Sapienza di Roma)
    Il ruolo della provvidenza nelle opere giovanili di Botero: dai precetti
    della regia sapientia alle vestigia divine delle imprese oltreoceano
  • Maria Pia Paoli (Scuola Normale Superiore di Pisa)
    Tra splendore e regalità celesti.
    A proposito di Francesco de’ Vieri e Giovanni Botero
  • Blythe Alice Raviola (Università degli Studi di Milano)
    Consigli per il principe: potere regio ed exempla fra il De regia
    sapientia e le Relazioni universali

Conclusioni di Mario Rosa (Emerito della scuola Normale
Superiore di Pisa)


Per seguire il Convegno online collegati a YouTube

o a facebook.com/amicidibeneonlus

Solidarietà alle popolazioni colpite dalle inondazioni

Il pensiero, la vicinanza, la solidarietà del Centro Studi Piemontesi-Ca dë Studi Piemontèis a tutte le popolazioni colpite dalla furia delle acque: un disastro che di ora in ora segnava e accomunava le valli al di qua e al di là delle montagne. Alla gente di Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Nizzardo… il nostro abbraccio fraterno.

Per chi volesse dare un contributo, il Comune di Limone ha organizzato una raccolta fondi, e a cui si può contribuire anche tramite l’IBAN IT37S0311146750000000002252 intestato al Comune di Limone Piemonte, indicando la causale “Emergenza alluvione 2020”. Raccolta fondi anche per i Comuni di Piedicavallo e Rosazza

un Convegno In ricordo di Giorgio Lombardi

In occasione del decennale della scomparsa di Giorgio Lombardi la Deputazione Subalpina di Storia Patria e il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Torino organizzano un convegno il 2 ottobre, sulla piattaforma Webex

Tra gli interventi, segnaliamo la sezione “Spazio e frontiera: le prospettive storico-giuridiche”, con i contributi di Gian Savino Pene Vidari, Paolo Marchetti, Paola Bianchi.

Sarà possibile collegarsi tramite questo link mentre QUI si può scaricare il programma completo della giornata di studi.

“Interpretare l’arte. Raccontare gli artisti”. Appuntamento a Moncalvo per il Premio Guglielmo e Orsola Caccia

È la scrittrice e giornalista Graziella Riviera, con il volume La Strada del Fiammingo. Dal Brabante al Monferrato: i Tabachetti di Fiandra (edizioni Centro Studi Piemontesi), la vincitrice della V edizione dei Premi Guglielmo e Orsola Maddalena Caccia. L’altro vincitore è Marco Di Capua, docente di Storia dell’Arte Contemporanea all’Accademia di Belle Arti di Napoli.

Sabato 3 ottobre 2020 a partire dalle 15,30, a Moncalvo (At) nella Chiesa Parrocchiale di San Francesco, si terrà la V edizione della Giornata dedicata a Guglielmo e Orsola Caccia, con la consegna dei premi intitolati ai due grandi artisti. Il Premio è nato nel 2016 per iniziativa del Parroco di Moncalvo, don Giorgio Bertola, e dell’Associazione Guglielmo e Orsola Caccia, rivolto a storici, storici dell’arte, studiosi, e a enti o imprenditori che abbiano contribuito con i loro studi e il loro lavoro alla valorizzazione del territorio. Tra i premiati delle passate edizioni l’illustre storico dell’arte Giovanni Romano; l’imprenditrice Maria Luisa Cosso, Antonella Chiodo (che ha trovato l’atto di nascita di Orsola Maddalena, scoprendone il vero nome: Teodora), Mons. Timothy Verdon, Fulvio Scaglione, ecc.

Nel rispetto delle regole Covid la giornata è aperta a tutti, con il seguente programma:

Ricordiamo a chi fosse interessato il libro vincitore del Premio:

GRAZIELLA RIVIERA
La strada del Fiammingo
Dal Brabante al Monferrato:
i Tabachetti di Fiandra

Torino, Centro Studi Piemontesi-Ca dë Studi Piemontèis, pagg. VI-358, ill. a colori
ISBN 978-88-8262-267-1

Dinant-sur-Meuse, 8 luglio 1587. Orfano e privo di mezzi, ricco solo di talento e di tenacia, Jean de Wespin detto Tabaguet lascia a vent’anni il natìo Brabante per imboccare la strada che porta a sud, verso le Alpi e l’Italia. È l’inizio di una lunga avventura che dalle rive della Mosa lo condurrà al Po, al Monferrato e alla Valsesia, fino a Varallo e a Crea, dove più tardi lo raggiungerà il fratello Nicolas. Lassù il giovane si rivelerà presto come uno dei più significativi artisti dei Sacri Monti piemontesi fra Cinque e Seicento. Ma prima dovrà superare drammi familiari, guerre e malattie, e soprattutto affrontare la sfida più importante, quella per ottenere la vittoria contro se stesso e l’amore pieno della sua donna.
Costruita sulle basi di una rigorosa documentazione storica, ma raccontata con i criteri della narrazione romanzesca, la vicenda si muove dai capolavori della scultura mosana e della pittura fiamminga al fervore artistico promosso dalla Chiesa della Controriforma in Piemonte e Lombardia; dalle grandi processioni figurate dei Paesi Bassi ai nuovi itinerari di cappelle sulle boscose colline nostrane, affollate di gruppi statuari evocatori dei Misteri del Rosario e della Passione di Cristo.
I due fratelli protagonisti, conosciuti in Italia come Giovanni e Nicola Tabachetti, attraversano le guerre di Fiandra e del Monferrato, vivono assedi, epidemie, conflitti religiosi. Nel loro percorso, fra realtà e immaginazione, incontrano la regina Margot di Navarra, sfiorano la visita a Varallo di Carlo Emanuele I di Savoia con l’Infanta Catalina Micaela e il viaggio nuziale sul Po della loro figlia Margherita, sposa di Francesco Gonzaga di Mantova.
Dai traffici internazionali del porto di Anversa ai microcosmi vivaci e laboriosi di Crea e Varallo, Moncalvo e Casale, Salabue, Forneglio, Costigliole d’Asti: Jean e Nicolas firmano contratti con Priori e canonici, si immergono nella vita quotidiana di cantieri e mercati, infondono nelle loro composizioni di argilla un’originale vena nordica, drammatica ed emozionante.
Li accompagna in controluce la figurina svelta e vivace della piccola Theodora Caccia, figlia del pittore Guglielmo e sensibile interprete, come il padre, della fede del territorio. Sullo sfondo la presenza costante del Gran Teatro dei Sacri Monti, spettacolare pietrificato scenario di devozione subalpina; respiro potente di sacralità mistica e misteriosa.
“La vicenda – scrive l’autrice – è nota agli studiosi ma sconosciuta al grande pubblico. Ho pensato valesse la pena di raccontarla, immergendola nel suo tempo e nei suoi paesaggi”.

Graziella Riviera: Torinese di radici monferrine ha lavorato alla RAI come autrice e regista realizzando numerosi programmi televisivi e radiofonici: fra questi i telefilm Lunedì dell’Angelo; Un sogno a Colonia, in collaborazione con la WDR; gli sceneggiati Guido Gozzano; La Signora dei Misteri (Carolina Invernizio); e il pluriennale programma in diretta Colloqui per RadioDue. In qualità di giornalista ha curato servizi di arte, musica e spettacoli per il settore Cultura del TGR Piemonte, collaborando con le testate nazionali e le trasmissioni Bellitalia e TG Leonardo. Appassionata di storia e folklore, continua ricerche e studi sul territorio.