I mille volti del libro antico a Cherasco

Sono stati prorogati al 20 agosto i termini per l’iscrizione alla Prima edizione della  Cherasco Summer School, organizzata dall’Associazione Cherasco Cultura, dedicata all‘approfondimento dello studio del libro antico attraverso i temi legati alla produzione del libro tipografico, alla storia dell’editoria, del commercio librario e del collezionismo, all’illustrazione e alla legatura, alle problematiche descrittive e catalografiche.

Il ciclo di lezioni si terrà in presenza a Cherasco (CN) dal 7 all’11 settembre 2021 e sarà preceduto lunedì 6 settembre da un Convegno a ingresso gratuito, previa prenotazione, che sarà anche fruibile in streaming sulla pagina Facebook

Il corso si rivolge principalmente a bibliotecari e studenti universitari, neolaureati e dottorandi di ricerca nelle discipline del libro, bibliografia e storia del libro e dell’editoria, ma anche a tutti coloro (collezionisti, amanti del libro e bibliofili), che hanno interesse per il libro antico a stampa.

Il programma del convegno e del corso, con tutte le informazioni ed il modulo di iscrizione da inviare a:  cherasco.cultura@comune.cherasco.cn.it

sono reperibili ai seguenti link

Programma Cherasco Summer School

Modulo d’iscrizione

CAVOUR: Rosanna ROccia legge William de La Rive

Per#letturaday, Rosanna Roccia legge una pagina tratta dall’opera di William De La Rive, Il Conte di Cavour. Dai ricordi di Isacco  Artom.

William De La Rive (1827-1900), giornalista, scrittore e uomo politico ginevrino. Pubblicò l’opera Il Conte di Cavour a puntate nei primi cinque fascicoli della Bibliothèque Universelle di Ginevra nel 1862. Era cugino di Camillo Cavour. Isacco Artom era il Segretario dello Statista.

Amedeo di Savoia Re di Spagna

Il Centro Studi Piemontesi racconta...

Gustavo Mola di Nomaglio racconta la vicenda di Amedeo di Savoia, re di Spagna dal 1870 al 1873

LA COMEDIA DE L’HOMO ET DE SOI CINQUE SENTIMENTI di Giovan Giorgio Alione a Albugnano

Sabato 24 luglio 2021 alle ore 21, ad Albugnano nell’ambito della prima edizione del QUADILA Festival, esordisce la commedia farsesca di Giovan Giorgio Alione tratta dall’Opera Jocunda, di grande interesse linguistico e di geniale invenzione drammaturgica, con la regia di Eugenio Allegri.

Il capolavoro del poeta rinascimentale astigiano Giovan Giorgio Alione è una spassosa farsa che raccontai come l’uomo si trovi un giorno a ringraziare i suoi cinque ‘sentimenti’ (gli occhi, il naso, la bocca, le mani, i piedi) per le importanti attività che esercitano; e di come, all’improvviso, da una parte bassa del corpo giunga inattesa una voce la quale fa notare quanto sia indispensabile pure la sua funzione…
Composta in una lingua che combina il piemontese del tempo con inserimenti in francese e in fiammingo, l’opera è una mistura geniale, che la regia di Eugenio Allegri trasforma in una festa glottologica, in cui recitazione e musica si intrecciano con ritmi trascinanti; la tradizione e la lingua creano così una memoria mobile e diversificata, che permette di guardare al passato con consapevole presenza.

Giovan Giorgio Alione è l’autore della Opera Jocunda (raccolta che include la Comedia) di cui cade quest’anno, nel 2021, il V centenario della prima edizione a stampa, pubblicata nel 1521 ad Asti. A ogni spettatore verrà consegnata in omeggio copia del volumetto contenente il testo della Comedia, realizzato dalla Fondazione Enrico Eandi, con traduzione a fronte e cura di Lorenzo Ferrarotti (Università degli Studi di Torino).

Azienda Agricola Pianfiorito
Loc. Santo Stefano, 6, 14022 Albugnano (AT)
Sabato 24 luglio 2021, h 21.00

L’evento avverrà anche in caso di pioggia, in apposita area coperta.

Ingresso gratuito, con offerte libere. Necessaria prenotazione tramite questo MODULO ONLINE: https://forms.gle/vF2yzKNxU5w4vHPJ9

COMEDIA DE L’HOMO ET DE SOI CINQUE SENTIMENTI
di Giovan Giorgio Alione

Lettura scenica con musiche
regia di Eugenio Allegri con: Eugenio Allegri, Diego Coscia, Alessia Donadio, Chiara Galliano, Marco Gobetti, Elena Maistrello, Silvia Perrone, Alice Ripoli 
musiche scritte e interpretate in scena da Dario Buccino
consulenza linguistica di Lorenzo Ferrarotti

Produzione di: Società Cooperativa Artquarium
Nell’ambito del progetto dell’Università degli Studi di Torino:
“Una terra da solacz 1521-2021. 500 anni di teatro in piemontese: l’Opera Jocunda di Giovan Giorgio Alione” sostenuto da Fondazione CRT
In collaborazione con (in ordine alfabetico):
Centro Studi Piemontesi – Ca dë Studi Piemontèis
Compagnia Marco Gobetti
Comune di Albugnano
Fondazione Enrico Eandi
La Cabalesta
Unione Culturale Franco Antonicelli

Informazioni: Mail: spettacoli@compagniamarcogobetti.com Tel: 3470522739 Web: https://quadila.com/?page_id=59

MICHELE ROCCAVILLA A bARGE

Michele Roccavilla, partito da Sanfront per prendere parte dalle rivendicazioni risorgimentali alle guerre Napoleoniche e morto ancora giovane in battaglia in Grecia è certamente un personaggio singolare, legato alle vicende risorgimentali.

Ne parlano Pierangelo Gentile e Alberto Roccavilla, suo discendente e autore della biografia pubblicata da Centro Studi Piemontesi e Fusta editore.

ALBERTO ROCCAVILLA, Michele Roccavilla. Sanfront 1787-Tacticopoli 1827. Un patriota della Valle Po attraverso l’Europa, prefazione di Pierangelo Gentile. Coedizione Centro Studi Piemontesi- Fusta editore di Saluzzo. Pagg. 254. € 17.