Frà Guglielmo Massaja da Moncalieri all’Etiopia

Mercoledì 18 ottobre ore 17,30

per “SGUARDI su MONCALIERI” Incontri per conoscere la città e il suo territorio

alla Biblioteca civica “A. Arduino” – Via Cavour, 31 – Moncalieri

conferenza di

PAOLO LUPO

Frà Guglielmo Massaja da Piovà “Abuna Messias”. Da Testona e Moncalieri all’Etiopia
La vita del grande missionario, medico, esploratore, raccontata attraverso le sue lettere e i suoi scritti

 

I trentacinque anni di vita missionaria trascorsi dal Venerabile Guglielmo Massaja fra il 1846 ed il 1880 in terra Oromo Galla in Etiopia sono ripercorsi da Paolo Lupo, in un volume appena pubblicato (A.D. 1846. Una “autobiografia” di fra Guglielmo Massaja da Piova’) in una sintesi accattivante dell’epistolario e delle Memorie storiche del Cardinale. Guidato dalla sequenza temporale delle lettere, Lupo ritrova nelle Memorie la perfetta coincidenza fra le due fonti e le unisce con la contestualizzazione ai fatti italiani ed europei dello stesso momento storico.

Sguardi su Moncalieri

SGUARDI SU MONCALIERI

Incontri per conoscere la città e il suo territorio

Biblioteca civica “A. Arduino” – Via Cavour, 31 – Moncalieri

Riprende il cammino attraverso la storia e le storie di Moncalieri e del suo territorio, tramite incontri frutto di una proficua collaborazione tra la Biblioteca, l’Assessorato alla Cultura della Città di Moncalieri e il Centro Studi Piemontesi-Ca dë Studi Piemontèis di Torino. Per aprire nuovi “Sguardi su Moncalieri”, volti ad approfondire i temi legati all’identità territoriale, nella consapevolezza che è importante il riferimento alle comuni radici per rinsaldare il senso di appartenenza e di radicamento alla comunità. E questo vale per tutti, per i moncalieresi d’antan, ma anche per tutti coloro che qui sono venuti a vivere in anni più recenti. Avere poi lo sguardo aperto al territorio è la condizione naturale di un luogo crocevia di cultura e di culture, capace di creare sinergie come Moncalieri si è dimostrata attraverso i suoi secoli di storia.

Gli appuntamenti di ottobre-novembre-dicembre 2017

Mercoledì 18 ottobre ore 17,30

Paolo Lupo, Fra Guglielmo Massaja da Piovà. “Abuna Messias” Da Testona e Moncalieri all’Etiopia. La vita del grande missionario, medico, esploratore, raccontata attraverso le sue lettere e i suoi scritti

 

Mercoledì 22 novembre ore 17,30

Giancarlo Libert, Moncalieresi in Argentina e in Brasile. Famiglie, storie, immagini di emigrazione piemontese nel mondo

 

Mercoledì 6 dicembre ore 17,30

Albina Malerba e Giovanni Tesio, Vita dacant e da canté 369 sonetti in piemontese di Giovanni Tesio, pubblicati dal Centro Studi Piemontesi-Ca dë Studi Piemontèis

 

coordinamento

Albina Malerba

In collaborazione con l’agenzia Culturalpe

Storia dei Guglielminetti con Maria Chiara Acciarini e Rosanna Roccia

Lunedì 16 ottobre ore 18

Rosanna Roccia

e l’autrice

Maria Chiara Acciarini

presentano il libro

Storia dei Guglielminetti

150 anni di memorie familiari dall’Unità d’Italia alla fine del Novecento

Robin Edizioni, Torino

Appassionata e appassionante è la storia che Maria Chiara Acciarini narra in questo libro intrecciando con perspicacia vicende private e eventi pubblici, imprenditorialità e pedagogia, poesia e politica, scelte di vita e costume. Protagonisti alcuni esponenti di spicco della grande famiglia Guglielminetti originaria della Valle Strona, migrata a Torino a metà Ottocento: uomini e donne che dalla vigilia dell’epopea risorgimentale all’ultimo scorcio del “secol breve” si affermarono in ambiti diversi, affrontando «le sfide della vita con impegno e determinazione». L’Autrice, che, con i documenti reperiti nel corso di accurate e diffuse ricerche, ha dato vita a un vero e proprio archivio di memorie, avverte subito di avere operato «una scelta ragionata» nel focalizzare la propria attenzione su alcuni personaggi piuttosto che su altri. Nel suo racconto dunque alcuni membri della numerosa famiglia (di cui alle pp. 274-275 è opportunamente riportata una «genealogia semplificata» redatta nel 1965, utile a districarsi nel complesso groviglio di nomi che si ripetono e di parentele che si diramano) appaiono in secondo, terzo piano e oltre: comparse mute e sfocate appartenenti a storie che intersecano la Storia. […].

La storia dei Guglielminetti delineata dalla Acciarini si conclude con l’uscita di scena di Andrea, morto nel 1985: altri padri e madri, fratelli e sorelle, cugini e cugine della famiglia sono stati lasciati volutamente nell’ombra. Sappiamo però che tutti, in tempi e con ruoli differenti, hanno concorso a scrivere pagine necessarie alla formazione culturale e politica e allo svolgersi della vita quotidiana dei protagonisti scelti dall’Autrice, cui va un plauso per aver saputo coniugare vicende tanto diverse, unendole le une alle altre mediante il fil rouge dello studio meditato e della memoria [dalla recensione di Rosanna Roccia, pubblicata sul n.1, XLVI, 2017 di “Studi Piemontesi”, pp. 302-304].

Maria Chiara Acciarini: Eletta deputata nel 1996 e senatrice nel 2001, ha ricoperto incarichi in materia di Istruzione pubblica, Beni culturali e Politiche per l’infanzia e dei minori. Ha fatto parte del secondo governo Prodi in qualità di Sottosegretaria alle Politiche per la Famiglia. Attualmente è consigliere dell’Associazione Nazionale ex-Deportati (ANED) e della Fondazione della memoria della Deportazione.

Rosanna Roccia: storica, è Direttore della rivista “Studi Piemontesi”.

 

Riprendono i Colloqui del Lunedì

 

Di lunedì alle 18

In via Revel a Torino, al Centro Studi Piemontesi,  ritornano dal 16 ottobre, con la Storia dei Guglielminetti , “I Colloqui del Lunedì”:  il tradizionale e collaudato ciclo di incontri che il Centro Studi Piemontesi organizza nella sua sede di  Torino in via Ottavio Revel 15,  su argomenti interdisciplinari, come è nel DNA dell’attività di studi e ricerche dell’istituto.

Si comincia

lunedì 16 ottobre alle ore 18, con il direttore della rivista “Studi Piemontesi”, Rosanna Roccia che dialoga con Maria Chiara Acciarini autrice del libro: Storia dei Guglielminetti. 150 anni di memorie familiari dall’Unità d’Italia alla fine del Novecento (Robin Edizioni, Torino);

e si prosegue fino a dicembre sempre di lunedì alle ore 18.

23 ottobre: Piero Gribaudi e Bruno Guglielmotto-Ravet presentano le Lettere sulle Valli di Lanzo di Luigi Francesetti di Mezzenile,  traduzione di Piero Gribaudi  per le edizioni della Società Storica delle Valli di Lanzo. Letture di Valentina Duretto.

30 ottobre: Albina Malerba e l’autore Giovanni Tesio presentano la raccolta Vita dacant e da canté, 369 sonetti in piemontese, pubblicati dal Centro Studi Piemontesi-Ca dë Studi Piemontèis.

6 novembre: Elena Gianasso e l’autore Gian Luca Giani presentano il libro L’incanto della Torre. Segreti, splendore e polemiche della costruzione più discussa di Torino, Edizioni Yume, Torino.

13 novembre: gli autori  Federico Fontana, Luca Giacomini, Renata Lodari, con Gustavo Mola di Nomaglio e Matteo Ferrione, presentano il volume,  Antiche Dimore e Giardini a Dronero, edizione del Centro Studi Piemontesi in collaborazione con l’Associazione DroneroCult.

20 novembre: Pier Paolo Merlin , Franca Varallo  e le curatrici Anna Cantaluppi e Blythe Alice Raviola,  presentano l’opera L’Umiltà e le Rose . Storia di una Compagnia Femminile a Torino tra età moderna e contemporanea, pubblicazione della Fondazione 1563 – Quaderni dell’Archivio Storico della Compagnia di San Paolo, Leo S. Olschki editore, Firenze.

27 novembre: Luigi Rajneri, conferenza illustrata su Architettura e poesia nei progetti di Giorgio Raineri (1927-2012).

4 dicembre: Daniela Rissone, La Stella fra le stelle, Story-board sulla Stella della Mole Antonelliana, pubblicazione del Centro Studi Piemontesi.

Da mercoledì 13 dicembre, a partire dalle 11,30, inaugurazione della tradizionale mostra “Un libro per Natale” che resterà aperta fino al 22 dicembre.

Scarica il programma

La stella fra le stelle al Polo del ‘900

Il Centro Studi Piemontesi partecipa il 21 settembre, a partire dalle ore 18,30, al Polo del ‘900, Sala ‘900 (Via del Carmine 14, Torino) all’incontro “Prima fermata: Savigliano. Seconda fermata: Polo del ‘900”.

Nell’occasione Daniela Rissone presenterà  il suo volumetto “La stella fra le stelle”, ricerche e scoperte inedite sulle “stelle” della Mole Antonelliana, edito dal Centro Studi Piemontesi-Ca dë Studi Piemontèis, di cui è imminente l’uscita della seconda edizione ampliata e aggiornata con nuovi documenti.

 

 

Convegno su Pietro Massia

A Torino, il 5 e 6 dicembre, si terrà il convegno internazionale

Sulle orme di Pietro Massia: strumenti e metodi per il rinnovamento della ricerca onomastica

Scopo del convegno è delineare il forte legame tra onomastica, territorio e cultura, ripercorrendo la storia della disciplina attraverso i suoi protagonisti e vagliando le nuove metodologie che si sono sviluppate – anche a partire dalle intuizioni di Pietro Massia – ed oggi sostenute dalle possibilità offerte dalle nuove tecnologie.

Il convegno comprenderà 25 comunicazioni di 20 minuti, selezionate dal Comitato Scientifico.

Chi fosse interessato a proporre una comunicazione può inviare alla mail convegnomassia@libero.it entro il 20 settembre 2017 i propri dati unitamente alla proposta (di massimo 2000 battute).

QUI informazioni dettagliate

 

Premio Gianni Oberto 2017

Il Centro Gianni Oberto e il Consiglio regionale del Piemonte bandiscono il “PREMIO GIANNI OBERTO 2017” per il conferimento di tre premi di studio destinati a laureati in discipline letterarie e umanistiche presso le Università piemontesi con dissertazione di laurea conseguita negli anni dal 2013 al 2017 sui seguenti argomenti:  letteratura italiana in Piemonte; letteratura in lingua piemontese e nelle lingue minoritarie del Piemonte; cultura popolare in Piemonte; teatro piemontese.

Gli elaborati dovranno pervenire alla Segreteria del Centro Gianni Oberto (011/5757844 – Centro.Oberto@cr.piemonte.it) entro il 13 ottobre 2017.

QUI Regolamento e domanda di partecipazione

Gipsoteche a Varallo

L’attività del Centro Studi Piemontesi riprende

sabato 9 settembre, alle 11

a Varallo Sesia – Biblioteca civica “Farinone Centa”

Via Umberto I, 69

con la presentazione del libro

Gipsoteche in penombra

Il patrimonio piemontese

Con i curatori  Walter Canavesio e Gianluca Kannès, interverranno Albina Malerba, Casimiro Debiaggi, Donatella Rizzio

Scarica la scheda del libro

 

Buona estate

An cel a-i-é ‘d vòli,

che a passo e as lontan-o:

mi i seugno e i blimblan-o

guardand j’arsivòli

Pinin Pacòt

Buona Estate/ Bon-a Istà!

Il Centro Studi Piemontesi-Ca dë Studi Piemontèis riaprirà al pubblico lunedì 4 settembre, con i consueti orari.

L’ “Officina” intanto non si ferma e continua la sua attività: è in preparazione il programma delle Conferenze per il prossimo autunno.

Sono in bozza i libri di prossima uscita:

Simonetta TombacciniLa «Nazione Ebrea» di Nizza. Popolazioni, istituzioni, usi e costumi  (1814-1860)Edizione in italiano del volume pubblicato in francese dall’Acadèmia Nissarda. Pagine previste 500 circa, con ill.

L’Epistolario del Beato Valfrè, a cura di Daniele D’Alessandro. Pagine previste 600 circa. Ricordiamo che chi volesse prenotare l’Epistolario del Beato Valfrè ha tempo fino al 10 settembre.

Graziella RivieraLa Strada del Fiammingo.  Dal Brabante al Monferrato: i Tabachetti di FiandraPagine previste 320, con ill. a colori.

Giovanni Tesio,  Vita  dacant  e da canté,  CCCLIX sonetti in lingua piemontese, con traduzione in italiano. Prefazione di Pietro Gibellini. Pagg. 400 circa.

Antonella GrimaldiStoria di Casale Monferrato dal V Congresso Agrario del 1847 al 1849Pagine previste: 350 circa.

Claudio BermondRiccardo Gualino Finanziere e imprenditore. Un protagonista dell’economia italiana del Novecento. Terza edizione. Pagg. XXXII- 271, ill.