Archivi tag: Centro Studi Piemontesi

Sguardi su Moncalieri

“Sguardi su Moncalieri”. Riprendono gli incontri alla Biblioteca civica Arduino, organizzati in collaborazione tra l’Assessorato alla Cultura della Città di Moncalieri, la Biblioteca civica “A. Arduino” e il Centro Studi Piemontesi di Torino.

Il primo appuntamento dell’autunno è per Mercoledì 2 ottobre, alle ore 17,30 (Biblioteca civica “A. Arduino” – Via Cavour, 31 Moncalieri).

Al saluto dell’Assessore alla Cultura della Città di Moncalieri, Laura Pompeo, e del Direttore del Centro Studi Piemontesi, Albina Malerba, seguirà la Conferenza di Cinzia Ballesio su Formazione femminile dalla Torino post-unitaria al passato recente. Il caso dell’Istituto Figlie dei Militari.

L’Istituto Nazionale per le Figlie dei Militari, istituzione scolastica nata nel fertile contesto culturale della Torino post-unitaria, è stata un’eccellenza fra i collegi femminili, in grado di competere con il più famoso Poggio Imperiale di Firenze. Legato a uno dei luoghi più affascinanti e ricchi di storia della città di Torino, la Villa della Regina, dove, dopo la donazione dell’edificio da parte di Vittorio Emanuele II nel 1865, avrà la sua sede principale dal 1869 fino ai bombardamenti del 1942. Nata dall’iniziativa della marchesa Maria Luisa del Carretto, l’idea dell’Istituto per le Figlie dei Militari viene sostenuta da una serie di personaggi di spicco del periodo, tra cui quel Massimo d’Azeglio a cui è attribuita la frase “fatta l’Italia, bisogna fare gli italiani”. E proprio per “fare” i futuri italiani e dar loro “degne madri”, si volle creare una “scuola di civile e morale educazione per le venture generazioni”.

Cinzia Ballesio, autrice del libro Le Figlie dei Militari. Una scuola nuova per le donne della nuova Italia (Neos Edizioni) racconta una storia in parte dimenticata, quella dell’Istituto nazionale per le Figlie dei Militari di Torino, una scuola laica e innovativa, punto di riferimento per l’educazione femminile a cavallo fra Ottocento e Novecento. Ricuce con sensibilità storica tutti i pezzi dell’istituzione, ricostruita sulla base di una ricca documentazione archivistica, integrata con le testimonianze delle ex allieve intervistate, dove la memoria si mescola con i fatti, creando storie nella Storia: donne, scuola e società, un fitto intreccio in universo ricchissimo e poco indagato.

Prossimi appuntamenti

Mercoledì 23 ottobre: Walter Canavesio, Lo scultore Pietro Canonica

Mercoledì 20 novembre: Gian Savino Pene Vidari, Il Proclama di Moncalieri

epistolario faa’ di bruno

Il Centro Studi Piemontesi collabora con l’Istituto Faà di Bruno per la pubblicazione dell’Epistolario del Beato Francesco Faà di Bruno (1825-1888) che uscirà verso la fine di ottobre e verrà messo in vendita al prezzo di copertina di € 50.

L’opera, composta di due volumi, accoglie 968 lettere vergate di propria mano da Francesco Faà di Bruno, uomo di fede, benefattore e scienziato, innalzato agli onori degli altari da papa Giovanni Paolo II. Dopo essersi dedicato alla costruzione della Chiesa annessa all’Opera Pia di S. Zita in Torino, il beato Faà di Bruno decise di rispondere alla propria vocazione, maturata nell’arco della sua attivissima esistenza, e divenne sacerdote. Attraverso queste pagine intense sarà possibile rendersi conto delle relazioni, dello stile di vita e dell’azione del protagonista, figura di rilievo nell’ampio panorama della santità torinese dell’Ottocento. Nell’Epistolario, con le lettere scritte dal beato, sono pubblicate alcune missive significative inviate a Francesco da scienziati e da uomini di forte carisma spirituale, che gli furono di grande aiuto in momenti particolari della sua vita. Di ciascun corrispondente sono fornite notizie succinte sulla vita e sull’opera, che il lettore troverà in calce all’Epistolario.

Ai  Soci del Centro Studi Piemontesi è riservata la possibilità di acquistare l’opera al prezzo promozionale di 30 euro e di essere inseriti nella Tabula Gratulatoria, compilando il modulo e inviandolo ENTRO IL 30 SETTEMBRE 2019 alla mail epistolariofaadibruno@gmail.com

Storie dal manicomio tra fragilità e malattia

Lunedì 20 maggio 2019 ore 18

Conferenza di Franco Lupano

Presidente del Centro italiano d Storia Sanitaria e Ospedaliera – Sezione Piemonte

Solo per caso. Storie dall’Albergo “dij doi Pin”

Era un caso finire in manicomio? I fascicoli dei ricoverati nel Regio Manicomio di via Giulio a Torino, ora conservati nell’archivio dell’ex Ospedale Psichiatrico di Collegno, sembrerebbero dire di no, fatte le debite eccezioni. I contadini, le donne, i giovani e in generale i soggetti più deboli e vulnerabili economicamente e socialmente correvano un rischio più alto, come lo dimostrano alcune storie che è stato possibile ricostruire dai documenti conservati. Anche quando, nel 1904, fu promulgata la prima legge sui manicomi, l’esistenza di norme apparentemente precise che avrebbero dovuto fare da filtro a ricoveri impropri non cambiò sostanzialmente le cose. Guarda che ‘t mando ‘n via Giulio!: la minaccia popolare di fronte a comportamenti devianti dal ruolo sociale o dalle aspettative della famiglia era reale e poteva concretizzarsi con disarmante facilità.

La conferenza è sul Canale YouTube del Centro Studi Piemontesi

Cristoforo Colombo dal Piemonte al Nuovo Mondo

Lunedì 8 aprile 2019 ore 18

Giorgio Casartelli Colombo di Cuccaro
Gustavo Mola di Nomaglio
Gian Savino Pene Vidari

conversano su

Cristoforo Colombo dal Piemonte alla Liguria  alla Penisola Iberica verso il Nuovo Mondo

 

Per la presentazione del volume degli Atti del III Congresso Internazionale Colombiano nel 525° anniversario della scoperta dell’America, tenutosi a Torino il 12 e 13 ottobre 2017.

Con i contributi di: Giorgio Casartelli Colombo di Cuccaro,  Gustavo Mola di Nomaglio, Carlo Tibaldeschi, Guido Gay di Quarti, Mario Traxino, Costanza Orsi, Edoardo Garis, Joseph. A. Levi, Gianfranco Ribaldone, Giorgio Bazzurro, Massimo Carcione, Gabriele Reina, Filippo De Nobili, Claudia Ghiraldello, Gian Luigi Bovio della Torre, Angelica Valentinetti Mendi

Edizione Associazione Centro Studi Colombiani Monferrini (CE.S.CO.M.) con la collaborazione del Centro Studi Piemontesi

Ascolta la conferenza sul canale YouTube del Centro Studi Piemontesi

Cavalli per Sua Maestà dalla Sardegna al continente

Lunedì 1° aprile 2019 ore 18

conferenza di

Elisabetta Deriu

Université de Paris-Est Créteil

“In nave per conto di Sua Maestà”

L’invio di cavalli per il servizio del Regno di Sardegna tra l’Isola e il Continente (XVIII-XIX secolo)

Tra il XVIII e il XIX secolo, la Sardegna è al cuore degli scambi che permettono ai Savoia di ottenere i cavalli necessari al loro servizio, per le attività militari, l’allevamento e il dono. Grazie ai decreti, carteggi, mémoires, e resoconti custoditi nel fondo Segreteria di Stato e di Guerra dell’Archivio di Stato di Cagliari è possibile studiare i preparativi e i percorsi dei preziosi quadrupedi che, provenienti da vari paesi, percorrono le vie di terra e di mare che separano l’Isola dal Continente.

La conferenza può essere seguita sul Canale YouTube del Centro Studi Piemontesi

Un viaggio nella Torino dell’Ottocento tra Vittorio Bersezio e Giuseppe Culicchia

Lunedì 25 marzo 2019 ore 18

al Centro Studi Piemontesi

Proiezione del film prodotto dalla Fondazione Vittorio Bersezio

A spasso con i fantasmi 

Un viaggio nella Torino dell’Ottocento

Regia di Enrico Verra

Scritto e interpretato da Giuseppe Culicchia

Intervengono

Cesare Carlo Chiesa Segretario Generale Fondazione Vittorio Bersezio  

il Regista Enrico Verra

Ispirato a I miei tempi di Vittorio Bersezio, il film si snoda tra vie, piazze, palazzi, locali storici di Torino, sotto la guida di un interprete/narratore d’eccezione, lo scrittore Giuseppe Culicchia, che nella magica atmosfera di una fredda notte invernale, conduce lo spettatore alla scoperta di una città apparentemente scomparsa, ma che, a ben guardare, salta fuori a ogni angolo, offrendo lo spunto a ricostruzioni storiche, notazioni curiose, osservazioni

Il film e gli interventi del regista Enrico Verra e di Cesare Carlo Chiesa Segretario Generale della Fondazione Vittorio Bersezio  sono disponibili sul Canale YouTube del Centro Studi Piemontesi